Di seguito sono presentate alcune brevi note sulle altre società appartenenti al Gruppo evidenziandone i segmenti di attività, con rappresentazione di taluni dati economico-patrimoniali esposti in conformità ai principi IFRS ed estrapolati dai rispettivi bilanci separati.

MECAER AVIATION GROUP S.P.A.

La società riveste il ruolo di holding industriale, riunisce al proprio interno le funzioni degli enti centrali ed una attività produttiva il cui mercato di sbocco è quello elicotteristico e dei piccoli aeromobili.

MAG è la risultante dell’ integrazione di precedenti strutture societarie ed operative che, coerentemente con la configurazione dell’intero gruppo, fanno riferimento a due segmenti operativi principali, articolati in divisioni.

La SBU Integrated Aircraft Systems focalizzata nell’offerta di sistemi ed equipaggiamenti per il mercato degli OEM, comprende le divisioni ALS (Actuation and Landing Systems) e CCS (Cabin Comfort Systems), mentre la SBU Aircraft Services è orientata all’offerta di una gamma variegata di servizi destinati al velivolo standard e coincide con l’omonima divisione.

Nel seguente prospetto sono riepilogati i ricavi caratteristici per linea di attività, nell’articolazione che fa capo alle due SBU.

migliaia di Euro o valori percentuali 2014/2015 2013/2014 2012/2013 2011/2012
Sistemi di controllo di volo e parti meccaniche 32.343 29.881 24.002 27.510
Sistemi di atterraggio e altri equip. idraulici 13.496 15.713 15.762 15.278
Altri prodotti e lavorazioni meccaniche 2.097 4.866 6.108 5.710
Supporto prodotto equipaggiamenti idraulici 5.237 4.480 5.695 4.086
Engineering 1.526 1.298 1.600 4.247
Totale divisione ALS 54.699 56.238 53.167 56.831
Componenti di interni e parti non strutturali 4.393 5.020 17.979 7.029
Completamenti di interni con fornitura di KIT 26.759 39.280 47.294 32.270
Totale divisione CCS 31.152 44.300 65.274 39.300
Totale Integrated Aircraft Systems 85.851 100.538 118.441 96.131
Servizi e manutenzioni di velivoli e parti 7.702 9.052 9.610 12.332
Totale Aircraft Services 7.702 9.052 9.610 12.332
Totale Generale 93.553 109.590 128.051 108.463

Nell’esercizio chiuso al 30 settembre 2015 i ricavi relativi al segmento operativo Integrated Aircraft Systems sono risultati inferiori all’esercizio precedente principalmente in relazione al calo della divisione CCS che nel 2013/14 aveva consuntivato ancora circa 15 milioni di fatturato legato alla linea AW101 realizzata nella stabile organizzazione estera di Yeovil (UK), cessata sostanzialmente nel primo semestre del 2014.

Isolando tale fenomeno, che ha rappresentato poco meno di 10 milioni di Euro nel 2011/12, circa 26 milioni di Euro nel 2012/13 e 15 milioni nel 2013/14, il fatturato descrive un andamento più lineare, con una sostanziale stabilità della divisione ALS ed una leggera diminuzione della divisione CCS.

Fenomeni questi che accompagnano a cambiamenti di mix produttivo, più marcati nel caso delle componenti di allestimento, dove è in atto un processo di diversificazione che si estrinseca nell’ampliamento della gamma di prodotti (EMS, interior VIP KIT) che si collocano in segmenti di mercato nuovi, risultato anche di un’attività di cross selling rispetto ai nuovi clienti su cui MAG è presente con programmi della divisione ALS (sistemi di atterraggio, equipaggiamenti idraulici, comandi di volo).

I ricavi engineering sono originati dai corrispettivi non ricorrenti relativi allo sviluppo di nuovi prodotti, il cui andamento si pone in diretta correlazione con lo stadio di avanzamento dei programmi. Il valore consuntivato nel periodo è articolato su varie commesse tra le quali il sistema di atterraggio dell’addestratore M345.

Maggiori informazioni al riguardo sono riportate nella successiva sezione dedicata ai programmi di sviluppo dove sono individuabili i programmi condotti dalla capogruppo, anche per il tramite del supporto delle controllate (infra ATTIVITÁ DI SVILUPPO NUOVI PRODOTTI).

Non particolarmente brillante è stato l’anno per le attività di revisione e manutenzione dell’Aircraft Services, svolti per lo più nella service station di Monteprandone (AP), i cui livelli di attività sono condizionati, anche temporalmente, dalle dinamiche con cui le amministrazioni pubbliche fanno ricorso alle manutenzioni nell’ambito dei contratti pluriennali intrattenuti con la società. A questo proposito va detto che nell’esercizio si è registrato un ritardo nell’alimentazione dei reparti soprattutto nel primo semestre, con un recupero che si è andato a concentrare negli ultimi mesi. Su alcune tipologie di velivolo presenti per un lungo periodo (e.g. 3.000 h) sono state svolte anche attività rientranti nelle cosiddette quote non programmate che hanno comportato varianti significative ai contratti.

Nel complesso dunque si è registrato un minore fatturato ma un valore della produzione che rimane su livelli confrontabili con gli esercizi più recenti.

L’andamento economico globale è stato positivo in quanto l’effetto di riduzione di volume è stato controbilanciato da un significativo miglioramento della redditività operativa.

migliaia di Euro o valori percentuali 2014/15 % diV 2013/14 % diV 2012/13 % diV 2011/12 % diV
Ricavi op.totali – R 93.553 109.589 128.051 108.463
Valore della prod. – V 100.805 108.914 141.233 114.921
EBITDA 13.304 13,2 12.381 11,4% 16.761 11,9% 14.525 12,6%
EBIT 9.244 9,2% 8.989 8,3% 14.075 10,0% 11.556 10,1%
EBT 8.588 8,5% 7.237 6,6% 12.084 8,6% 5.864 5,1%
Risultato netto 5.164 5,1% 3.987 3,7% 7.249 5,1% 2.438 2,1%

Tale risultato è in parte riconducibile al venir meno di alcune diseconomie che il picco di attività legato alla linea AW101 ed all’unità operativa inglese aveva comportato con un appesantimento dei carichi dell’intera struttura divisionale.

D’altro canto le misure di efficientamento degli stabilimenti produttivi, anche attraverso piani di miglioramento industriale e parziale riorganizzazione (e.g. lean manufacturing) hanno apportato benefici in termini di fluidità dei processi e di marginalità dei sistemi prodotti.

Questi processi sono anche attuati realizzando una crescente integrazione degli stabilimenti esteri nelle linee di attività delle due divisioni dell’Integrated Aircraft Systems.

La situazione patrimoniale della società si presenta equilibrata e nel complesso rappresentativa di gran parte degli asset del Gruppo.

Le attività non correnti nette aumentano in correlazione all’attività di investimento, che principalmente include lo sviluppo nuovi prodotti (5.657 migliaia di Euro al netto dei contributi) ed il capitale fisso (880 migliaia di Euro). Nel corso dell’esercizio sono stati effettuati anche investimenti finanziari nelle partecipate (5.000 migliaia di Euro come incremento di capitale di Mecaer America Inc. e 1.250 migliaia di Euro per SAT S.p.A.).

Le attività correnti nette diminuiscono rispetto all’esercizio precedente, principalmente per effetto della diminuzione dei crediti commerciali (-12.283 migliaia di Euro) i quali avevano un saldo particolarmente elevato alla chiusura del 2013/14, parzialmente controbilanciato da una diminuzione anche del saldo dei debiti verso fornitori (-9.435 migliaia di Euro).

Aumentano invece i lavori in corso su ordinazione (+2.192 migliaia di Euro) registrando l’effetto sopra descritto di aumento del valore della produzione dell’attività dell’Aircraft Services nell’ultima frazione di esercizio.

La posizione finanziaria netta finale evidenzia una riduzione dell’indebitamento (-3.515 migliaia di Euro) rispetto al 30 settembre 2014, che si è mantenuto durante l’esercizio sui livelli programmati ed è principalmente costituito da forme di finanziamento consolidate.

Tavola di sintesi della struttura patrimoniale
valori in migliaia di Euro 2014/2015 2013/2014 2012/2013 2011/2012
A – Attività non correnti nette 55.399 47.317 41.968 34.687
B – Attività correnti nette 40.276 46.806 34.626 34.151
C – TFR e fondi (12.530) (12.751) (12.366) (12.866)
D – Capitale investito 83.145 81.372 64.228 55.972
E – Capitale netto 54.676 49.388 45.40 138.152
F – Indebitamento finanziario netto 28.469 31.984 18.827 17.820
G – Totale come in D 83.145 81.372 64.228 55.972

MECAER AMERICA INC.

Mecaer America opera nel campo della fabbricazione di componenti meccaniche ed idrauliche per aeromobili ed elicotteri e, come tale, fa capo al segmento Integrated Aircraft Systems e più precisamente alla divisione ALS.

L’unità produttiva è localizzata nel distretto industriale aeronautico di Laval (Quebec) ed é specializzata nella costruzione di carrelli di atterraggio e relativi sistemi di retroazione per velivoli ad ala rotante e ad ala fissa.

L’attività è integrata dalla fornitura di servizi di manutenzione e revisione (MRO) di parti ed assiemi.

La storia della società é stata contraddistinta da una prolungata fase di start up, nonché dalla compresenza di diversi programmi di sviluppo di nuovi prodotti.

Tali connotati si sono estrinsecati in un ciclo di elevati investimenti, di avviamenti produttivi e di attività di industrializzazione.

Nell’ultimo triennio la strategia perseguita dalla società e dal Gruppo è stata di integrare i programmi make to design che hanno cicli di sviluppo pluriennali e rappresentano grandi potenzialità nel lungo periodo, con programmi di tipo make to print, che si attagliano alle competenze specialistiche accumulate da Mecaer America soprattutto nel campo dei sistemi di atterraggio e che potessero tuttavia essere avviati in produzione in tempi più brevi e contribuire pertanto al raggiungimento dei volumi di break even.

L’esercizio 2014/15 ha rappresentato il momento di raggiungimento e superamento delle soglie di equilibrio economico che i piani industriali elaborati avevano delineato per il biennio 2015 – 2016. Hanno contribuito a questo risultato sia l’aumento dei ratei di produzione dei programmi principali su cui è posizionata la società (e.g. Gulfstream G4, G5, G650) che l’entrata in produzione di nuovi prodotti (G7, Bell 429), con un contributo positivo dell’apprezzamento del dollaro statunitense in cui una parte cospicua dei fatturati è realizzata.

La redditività operativa ha positivamente risentito dell’effetto volume ed anche di una serie di misure di efficientamento industriale, già avviate nell’esercizio precedente e concomitanti con la rilocalizzazione nel nuovo stabilimento di William Price – Laval.

Il budget per l’esercizio 2015/16 prevede un proseguimento della gestione lungo il trend di crescita dei volumi e di consolidamento della redditività, marcatamente delineatosi dall’esercizio chiuso al 30 settembre 2015.

Nel presente bilancio la società ha disposto su basi prudenziali un ulteriore accantonamento al fondo di svalutazione del magazzino di parti ed equipaggiamenti relativi al velivolo E500, E550 di One Aviation (già Eclipse Aerospace Inc.).

A seguito dell’adeguamento di 1.250 migliaia di CAD, il fondo rettificativo assomma a 4.862 migliaia di CAD a fronte di un valore delle rimanenze di 5.871 migliaia di CAD.

Tale accantonamento si giustifica con un minore tasso di assorbimento del magazzino di prodotti finiti riscontrato nell’esercizio, rispetto alle stime precedentemente effettuate. Nondimeno, si ritiene che detto minore assorbimento sia conseguenza di uno spostamento temporale, legato per lo più al ritardo nella ripresa del segmento dei very light jet, nonché alla circostanza che il cliente disponeva ancora di un proprio stock di carrelli, ora esaurito.

Le prospettive del programma per gli esercizi a venire rimangono infatti incoraggianti dato che il cliente ha confermato i piani di produzione, sostenuti da un backlog in crescita.

L’engineering della società rappresenta il punto focale del Gruppo in termini di competenze nel segmento dei sistemi di atterraggio retrattili basati sull’impiego di tecnologie idrauliche eed elettromeccaniche.

L’esercizio 2014/15 si è chiuso pertanto con un EBITDA in crescita, un risultato netto per la prima volta in terreno positivo ed una posizione finanziaria netta attiva di 1.440 migliaia di CAD.

Il piano industriale che si estende al successivo triennio conferma il consolidamento delle condizioni di economicità della gestione ed evidenzia flussi finanziari sufficienti ad assicurare la ricuperabilità degli investimenti.

L’incremento di capitale sociale perfezionato nel corso dell’esercizio per 5.000 migliaia di Euro ad opera della capogruppo è avvenuto in attuazione di una delibera del 2014 mediante conversione in capitale di crediti finanziari vantati da MAG senza ulteriori erogazioni.

migliaia di CAD o valori percentuali 2014/15 % diV 2013/14 % diV 2012/13 % diV 2011/12 % diV
Ricavi op.totali – R 38.997 34.022 23.988 20.212
Valore della prod. – V 39.257 34.174 29.480 21.252
EBITDA 3.657 9,3% (766) (2,2)% (1.741) (5,9)% (3.109) (14,6)%
EBIT 1.401 3,6% (3.143) (9,2)% (3.915) (13,3)% (6.055) (28,5)%
EBT 1.270 3,2% (3.390) (9,9)% (5.916) (20,1)% (4.335) (20,4)%
Risultato netto 1.270 3,2% (3.390) (9,9)% (5.916) (20,1)% (5.017) (23,6)%

Con il raggiungimento di idonei volumi di fatturato, i parametri di redditività si allineano con quelli sperimentati per le linee di attività delle strutture operative più mature e consolidate del Gruppo, anche se vi sono margini di miglioramento.

Nel 2014/15 Mecaer America realizza per la prima volta un reddito imponibile a fini fiscali. Per motivi di prudenza tuttavia non sono state rilevate imposte anticipate con riferimento alle perdite fiscali pregresse che, escludendo la porzione in scadenza nel periodo di imposta cui si riferisce il presente bilancio, assommano a 31.302 migliaia di CAD a fini federali e 31.125 migliaia di CAD a fini provinciali.

SAT SOCIETÀ AEROPORTO DEL TRONTO S.P.A.

La società ha come proprio oggetto sociale la promozione, realizzazione e la gestione di aviosuperfici, eliporti ed aeroporti nell’ambito della provincia di Ascoli Piceno e sul territorio nazionale, con focalizzazione pertanto sullo sviluppo delle comunicazioni nel contesto territoriale di riferimento. Nell’ambito delle aree strategiche identificate per il Gruppo, questa sua missione definisce la sua appartenenza al segmento dell’Aircraft Services.

Sin dalla sua costituzione la società ha avviato un programma di investimenti che mira, per successive fasi, alla realizzazione di un sito aeroportuale destinato, principalmente all’insediamento industriale, con possibili ricadute sul territorio, in particolare in ordine ad un potenziale sviluppo della aviazione generale.

Alla società partecipa un ente pubblico territoriale (Comune di Ascoli Piceno), circostanza che testimonia un interesse istituzionale per la realizzazione dell’opera, in un contesto territoriale caratterizzato da un deficit infrastrutturale.

Nel corso dell’esercizio tale interesse si è esteso alla Regione Marche, che vede con favore l’esistenza di una aviosuperficie dotata di caratteristiche che la rendono idonea a costituire una base per la protezione civile, Regione che ha manifestato la propria disponibilità a sostenere con un proprio contributo in conto impianti la porzione residua di investimento necessario al completamento di lavori.

Gli investimenti cumulati al 30 settembre 2015 assommano a circa 8,6 milioni di Euro di cui 6,4 milioni di Euro relativi all’aviosuperficie il cui primo tratto per la lunghezza di 800 metri, con manto di asfalto drenante, è stato completato nel corso dell’esercizio.

I costi a finire sono stimati in ulteriori 1,5 milioni di Euro e sono relativi al prolungamento dell’asfaltatura sino alla lunghezza complessiva della pista (1.499 metri) e ad alcune opere accessorie concernenti il consolidamento, la regimazione delle acque meteoriche, il miglioramento funzionale della torre di controllo.

I tempi previsti nel piano industriale per il completamento delle opere ne collocano attualmente la conclusione nel corso del 2017.

SAT dispone delle autorizzazioni necessarie per la realizzazione dei lavori e al momento non sussistono vincoli che possano risultare impeditivi a portare a compimento le opere.

Nel corso dell’esercizio è stato ottenuto un permesso di costruire in variante che ha scadenza nel 2016, salvo proroghe e sono state ottenute dalla Provincia di Ascoli Piceno le concessioni demaniali necessarie ad alcuni interventi di regimazione delle acque meteoriche.

L’interesse specifico del Gruppo alla realizzazione dell’infrastruttura è da ricercare nella funzionalità della medesima allo sviluppo della linea di attività che fa capo alla SBU Aircraft Services. Nel piano industriale del Gruppo la disponibilità dell’aviosuperficie riveste carattere strategico per un insieme di iniziative di diversificazione dell’offerta di servizi di questo segmento operativo con estensione all’ala fissa.

Le prospettive di sviluppo del business in questa direzione che sono in parte incorporate nel piano pluriennale, delineano adeguati presupposti di ricuperabilità dell’investimento nel medio-lungo periodo.

L’esercizio sociale al 30 settembre 2015 si è chiuso con un andamento economico in leggero miglioramento rispetto agli esercizi precedenti anche se ancora evidentemente condizionato dalla fase di avviamento in corso ed interamente dedicata all’attività di investimento.

migliaia di Euro o valori percentuali 2014/15 % diV 2013/14 % diV 2012/13 % diV 2011/12 % diV
Ricavi op.totali – R 155 155 155 140
Valore della prod. – V 155 155 155 140
EBITDA 35 22,6% 25 16,1% 18 11,6% (8) (5,7)%
EBT (22) (14,2)% (38) (24,5)% (49) (31,6)% (67) (47,9)%
Risultato netto (28) (18,1)% (40) (25,8)% (51) (32,9)% (67) (47,9)%

MECAER AVIATION GROUP INC.

La società ha sede legale a Wilmington, nello stato del Delaware, due sedi operative a Philadelphia (Pennsylvania), nei pressi del Philadelphia North East Airport e ad Hagerstown (Maryland). È inoltre autorizzata ad operare nel New Jersey funzionalmente ad alcuni contratti di manutenzione di velivoli.

Infine dispone di un ufficio commerciale ad Irving (Texas), nel distretto aerospaziale di Dallas Fort-Worth.

La sua attività si svolge interamente nell’alveo dei servizi di manutenzione e riparazione di velivoli nonché di allestimento e riconfigurazione di interni, che costituiscono il core del segmento Aircraft Services.

Il mercato di sbocco ad oggi è ancora in maggioranza costituito dal cliente principale che è la consociata americana del gruppo AgustaWestland (AW Philadelphia Corp.) con il quale esiste un contratto per la fornitura di servizi di allestimento dei velivoli delle linee AW119 eed AW139.

Esso è tuttavia in forte evoluzione atteso che già nel corso dell’esercizio 2014/15 una quota significativa di attività è stata svolta per altri clienti sia nell’ambito delle manutenzioni (e.g. New Jersey State Police, Mariland State Police) che degli allestimenti di interni. Nel mese di aprile 2015 è stato completato e fatturato il primo allestimento VIP realizzato da MAG Inc. presso l’unità di Hagerstown.

L’andamento dell’esercizio è stato condizionato da alcune inefficienze legate proprio alla realizzazione delle prime commesse VIP che hanno richiesto talune rilavorazioni e più in generale dall’aumento dei costi di struttura legati all’apertura dell’unità del Mariland con momenti di non completa saturazione. Nel corso dell’esercizio si è verificato anche un sinistro consistente nel danneggiamento accidentale da parte del personale di MAG Inc. di un trave di coda di un velivolo di proprietà della polizia del New Jersey che si trovava in manutenzione. I costi di ripristino, pari a circa 949 migliaia di USD sono stati interamente indennizzati dalle polizze aviation attive anche se tali valori hanno contribuito negativamente ai dati di performance del periodo.

Nel complesso tuttavia sono state salvaguardate le condizioni di equilibrio economico ed i risultati conseguiti sono stati in linea con le previsioni. L’obiettivo per la gestione nell’esercizio attualmente in corso è di migliorare l’efficienza industriale delle strutture.

migliaia di Euro o valori percentuali 2014/15 % diV 2013/14 % diV 2012/13 % diV 2011/12 % diV
Ricavi op.totali – R 15.732 14.009 14.701 10.667
Valore della prod. – V 18.423 14.240 15.201 10.821
EBITDA 779 4,2% 1.018 7,1% 1.742 11,5% 527 4,9%
EBIT 127 0,7% 694 4,9% 1.527 10,0% 384 3,6%
Risultato netto 590 3,2% 714 5,0% 647 4,3% 947 8,7%

La posizione finanziaria netta si è mantenuta sempre attiva per tutto l’esercizio con un saldo al 30 settembre 2015 positivo per 570 migliaia di USD.

Negli esercizi a venire MAG Inc. rappresenta una frontiera di sviluppo dell’attività del Gruppo che è intenzionato ad investire nella crescita di questo segmento operativo, ponendo particolare attenzione al mercato nordamericano che rappresenta un potenziale elevato per il settore in genere e come linea evolutiva dell’Aircraft Services in particolare.